Contenuti web: 5 tipologie diverse per attrarre 5 pubblici diversi

Quali sono le tipologie di contenuti web che puoi creare nel tuo sito?

Esistono 5 tipologie di contenuti web:

1) Checklist e Tutorial

2) Pillar Article

3) Case History

4) Interviste e Guest Post

5) Rubriche Periodiche

contenuti web

Nell’articolo sui vantaggi di avere un blog aziendale abbiamo già discusso di come, al giorno d’oggi, avere un sito web sia essenziale per attività e aziende di qualsiasi tipo e dimensione.

In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza sulle tipologie di contenuti web che puoi creare nel tuo sito aziendale o blog.

Inoltre, scoprirai quale tipo di pubblico viene attratto per ognuna di queste tipologie di contenuti web.

Quindi essere consapevole della tipologia di contenuto web che stai creando ha un doppio beneficio:

– Ti aiuta a capire che tipi di pubblici stai attraendo, quali sono i loro bisogni e quindi cosa stanno cercando. In questo modo puoi creare un’offerta specifica per soddisfare le loro esigenze.

– Ti aiuta a capire quali contenuti di valore sia meglio inserire.

Prima di iniziare ad analizzare questi contenuti, però, dobbiamo fare un’importante premessa.


Premessa: prima viene il “creare valore per le persone”, poi la tipologia di contenuto

Prima di qualsiasi tipologia di contenuti web, devi avere bene in mente il principio cardine di qualsiasi contenuto che produci: la creazione di valore per le persone.

La predisposizione a “scrivere per le persone” sarà la base per il successo del tuo sito.

Quindi, prima di iniziare a scrivere qualsiasi contenuto, tieni bene a mente che la qualità dei tuoi contenuti deve essere la più alta possibile. Perché deve portare valore vero agli utenti.

A riguardo, ho ritagliato per te uno spezzone di video di Dario Vignali, uno dei nomi più importanti del web marketing italiano.

In questo spezzone di video Vignali ti spiega meglio di me perché lo “scrivere per le persone” deve essere la tua bussola per la creazione di contenti web vincenti.

Bene, ora andiamo a scoprire nel dettaglio le 5 tipologie di contenuti web per il tuo sito.

Per ognuna di queste tipologie di contenuto web vedremo qual è il tipo di pubblico che si attrae ed un esempio pratico. Iniziamo!


1) Checklist e Tutorial

Checklist e tutorial rappresentano una tipologia di articolo molto popolare.

Sono contenuti web che di solito rispondono alla domanda “come”. E quindi servono per aiutare le persone a fare qualcosa.

come fare nodoUn grande vantaggio dei tutorial è che permettono di ricevere grande visibilità con uno sforzo non enorme. Infatti, nei tutorial “non bisogna inventarsi niente”, bensì bisogna parlare di un qualcosa che si sa fare. Spiegando agli utenti come farlo a loro volta.

Questa tipologia di articoli serve di solito per attirare un pubblico che si trova in una prima fase di interesse verso un prodotto o un servizio. Insomma, questi articoli servono per soddisfare il bisogno di “awareness” degli utenti.

Sapendo ciò, si può così offrire nell’articolo un prodotto o servizio consono a questa fase iniziale di interesse.

Al seguente link trovi un esempio di articolo-tutorial: come fare un nodo di cravatta!


2) Pillar Article

Rispetto ai tutorial, i pillar article sono sicuramente contenuti web sui quali è necessario investire uno sforzo maggiore.

logo wordpressInfatti, i pillar article sono articoli che approfondiscono in maniera profonda e completa un determinato argomento.

Di conseguenze, i pillar article devono essere articoli molto lunghi e devono andare molto nel dettaglio riguardo l’argomento che trattano.

Di solito, il pubblico che un pillar article attrae è un pubblico in una fase più avanzata rispetto a quello dei tutorial. Ovvero è un pubblico che si trova in una fase di “consideration”, quindi sta considerando se comprare o no un certo prodotto o servizio.

Dunque un pillar article, oltre a essere molto completo, deve anche essere molto convincente nell’offrire un prodotto o servizio. Tramite un pillar article devi convincere l’utente che ha appena trovato quello che stava cercando!

Di seguito trovi un esempio di pillar article preso dal blog di Dario Vignali, il marketer che abbiamo conosciuto prima: creare un blog wordpress: la guida definitiva.


3) Case History

elon muskLe case history sono contenuti web narrativi, e risultano spesso essere molto piacevoli per gli utenti.

Le case history sono contenuti web che parlano di casi di successo. Servono per dimostrate che il tuo prodotto, il tuo servizio o anche la tua filosofia è servita per risolvere un problema e/o portare un risultato.

Di solito le case history attirano una tipologia di pubblico in una fase di acquisto molto avanzata, nella cosiddetta fase di “decision”. Fase in cui l’utente ha già deciso di comprare, ma deve ora decidere a quale azienda affidarsi.

Inoltre, se ben strutturata una case history può anche generare discussioni e passaparola, e quindi far aumentare ancor di più la tua awareness nel web.

Ecco un esempio di case history dal sito millionarie: Le abitudini del mattino dei grandi imprenditori (da Elon Musk a Bill Gates).


4) Interviste e Guest Post

oroInterviste e guest post sono contenuti web utili per attrarre un pubblico molto maturo che è alla ricerca di qualcosa di specifico.

Oppure sono contenuti web ottimi per offrire qualcosa di nuovo a clienti già acquisiti.

In ogni caso, è molto importante che sia le interviste sia gli ospiti del guest post siano persone molto autorevoli e che parlino di un argomento molto specifico e di nicchia. Da evitare dunque argomenti troppo lunghi e generali: quelli meglio scriverli in prima persona attraverso un pillar article.

Al seguente link trovi un esempio di guest post su un sito finanziario: I 4 fattori che influenzeranno la quotazione dell’oro nei prossimi mesi.


5) Rubriche Periodiche

euro dollaroLe rubriche periodiche sono dei contenuti web perfetti per fidelizzare i tuoi clienti.

Infatti, se sei in grado di creare un certo contenuto di valore con una frequenza fissa, i tuoi utenti ti seguiranno in modo costante nel tempo. E così aumenta la possibilità che essi compiano nuovi acquisti.

Dunque creare contenuti riguardo un certo argomento con frequenza, ad esempio, settimanale, è un metodo fantastico per far crescere la considerazione che gli utenti del tuo sito hanno di te.

Di seguito trovi un esempio di rubrica settimanale: Previsione Forex Settimanali.


Conclusione: conoscere i tipi di contenuti web non basta…serve tempo e servono le competenze!

Concludiamo questo articolo sui 5 tipi di contenuti web con 2 moniti importanti.

Prima però ti vorrei chiedere un favore: se l’articolo ti è piaciuto, potresti condividerlo su Facebook oppure su Google+? Per te è un piccolo gesto, ma per noi conta tanto! Condivi l’articolo dal box qui in basso.

Grazie infinite!

Tornando a noi, vediamo i 2 moniti finali:

1) Servono delle competenze digitali per riuscire a creare dei contenuti web efficaci. Servono delle competenze digitali su come comprare un dominio, come ottimizzare un articolo dal punto di vista SEO, come creare un call-to-action, come convertire l’utente, etc…

Insomma, non basta munirsi di buone intenzioni per creare contenuti di valore…bisogna anche acquisire le competenze per farlo (oppure affidarsi a coloro che hanno tali competenze).

2) Serve tempo. Probabilmente sai già che le persone non inizieranno ad atterrare in massa sul tuo sito da un giorno all’altro. Ci vuole tempo, sia per farti conoscere che per aumentare le tue visite mensili.

Di solito per avere i primi buoni risultati partendo da 0 serve almeno 1 anno. Come velocizzare il tutto?

Affidanti a dei professionisti del web marketing e della SEO con alle spalle delle esperienze di diversi anni. Come noi di emmemedia 🙂

>> Richiedi una consulenza gratuita cliccando su questo link <<

Contenuti web: 5 tipologie diverse per attrarre 5 pubblici diversi